Ho mentito perché mi vergogno

  • Questa è una di quelle situazioni complicate che necessiterebbero un chilometro di background vedo di farla breve

    Lei: studentessa modello che grandi obiettivi nella vita, sincera e diretta nelle cose
    Io: cazzone di prima categoria all'università ci ho messo 8 anni per prendere magistrale e triennale (dovuto anche allo sport che mi portava via tempo)

    Diciamo che la nostra "relazione" non è iniziata bene, in quanto l'ho conosciuta mentre stavo rompendo con la mia ex. E avendo visto quanto io sia stato egoista non si fida di me.
    Col tempo riesco a conquistarla, ci sono momenti che si lascia andare etc.

    il fatto è che se a me mi chiedono di università e di ex in generale non riesco a parlarne. ho un blocco. Per vari traumi. E dato che più volte a lei l'ho sentita criticare chi non si è laureato in tempo immaginatevi la mia sensazione di disagio.

    Ogni volta che lei mi chiedeva il mio percorso di studi cambiavo discorso o davo risposte tanto per, sparando informazioni ad cazzum. Quindi alla terza o quarta volta che me o chiede e dico una versione s'incazza ed esce di testa. E le spiego la situazione che a me non mi piace parlarne ma che non le dico più ca❤❤❤te. Ieri vede il mio percorso di studi e nota un'altra incongruenza (a cui ne ci ho fatto caso) quindi bisticciamo di brutto e come ad una interrogazione inizio a impazzire e ci esco di testa. Quindi mi viene a dire che io sia un bugiardo compulsivo.

    Ora, il bugiardo compulsivo è una persona che mente più volte al fine di fare il ganzo con gli altri. Io ho "mentito" solo perché mi vergogno di aver perso tanto tempo e di esser giudicato da lei.
    E adesso non so cosa fare. Perché lei è quel genere di persona che non ha peli sulla lingua e non capisce quanto può costare dire la verità a qualcuno

  • hai mai pensato di scriverle, raccontando la verità?
    non solo sul percorso di studi ma anche sul sui giudizio ed approccio all'argomento?

    namasté

    Love all, trust a few, do wrong to none

  • Ciao j.j., ma tu ti vergogni di "averci messo tanto tempo" - includendo anche lo sport che ti ha coinvolto molto - a prescindere da lei , in generale, o ti vergogni da quando hai conosciuto lei?

    E lei è così rigida solo sulla questione "laurearsi in tempo" e corso di studi, o ha un'etica altrettanto solida e intransigente anche riguardo altri ambiti - e bugie in generale?

    Per capire, perché secondo me è un "peccato" alquanto veniale non essersi laureati spaccando il minuto, conta di più il "come", la consapevolezza del percorso fatto, e poi contano in assoluto - MOLTO DI PIU' - proprio altre cose. Ad esempio io non do nessun valore particolare al percorso di studi di qualcuno, mentre presto enorme attenzione al modo in cui tratta gli altri, al tipo di persona che "è" più che al tipo di percorso studi/professione che "fa".

  • Ho conosciuto un sacco di persone che hanno "corso" per arrivare puntuali con i corsi di studi universitari e, poi, nella vita si sono fermati di brutto per lunghissimo tempo.
    Al contrario, c'è chi esce tardi dall'università ma entra velocemente nel mondo del lavoro, facendo rapida e prestigiosa carriera.

    Never say never.

    P.
    (-----------------;)--------------------)

    Il più bello dei mari / è quello che non navigammo. / Il più bello dei nostri figli / non è ancora cresciuto. I più belli dei nostri giorni /non li abbiamo ancora vissuti. / E quello / che vorrei dirti di più bello / non te l’ho ancora detto.   Nazim Hikmet (1901-1963)

  • Sinceramente? Messa cosi, non sei tu il problema secondo me. A lei non piaci e sta facendo la furba, rigirandoti la frittata. Anche perché non capisco quale sia la gran cosa di laurearsi in 8 anni, è stracolmo di persone che hanno preso il loro tempo. Se ti fa sentire interrogato, vuol dirw che non è giusta per te, non il contrario. Mandala a quel posto. Vedi come corre.

    Inoltre in amore non è richiesta la laurea. Insomma, sei tu che ti vergogni, ma non dovresti, anche perché sei laureato!!!
    E poi scusa, ma se tu in pratica non fossi laureato in corso, ti molla? E saresti tu il problema? Occhio ;)

  • ciao.... come gli altri utenti penso che il problema ce l'abbia lei.........in pratica oggi ci si innamora solo con la laurea....... :dash:
    poveri noi, se questo è il suo pensiero meglio che non laurei........occhio fratello...... :roftl:

  • difficile darti un parere, visto che non specifichi la tipologia di rapporto, nè da quanto va avanti etc.

    tu puoi aver tutte le tue ragioni ma il fatto è che hai raccontato balle. è una cosa per la quale comprendo e sostengo la rabbia di lei.

    è possibile porre dei limiti, è possibile anche che alcune tematiche finiscano in black list avendo cura di non toccarle.. ma le fregnacce no, sono intollerabili.

  • difficile darti un parere, visto che non specifichi la tipologia di rapporto, nè da quanto va avanti etc.

    tu puoi aver tutte le tue ragioni ma il fatto è che hai raccontato balle. è una cosa per la quale comprendo e sostengo la rabbia di lei.

    è possibile porre dei limiti, è possibile anche che alcune tematiche finiscano in black list avendo cura di non toccarle.. ma le fregnacce no, sono intollerabili.

    da capire c'è se nel suo essere "un cazzone di prima categoria" e poi anche autoaccusato di egoismo c'è il fatto di togliersi dai problemi raccontando balle quando sarebbe complicato dire la verità - per affetto o convenienza che sia , in generale.
    Ma l'intransigenza di lei è anche sospetta. Molto sospetta. Gli integralisti della verità difficile che stiano davvero a posto con cuore /mente, e ancora più difficile che siano così sinceri come sproloquiano o magari si raccontano furiosamente di essere.

  • da capire c'è se nel suo essere "un cazzone di prima categoria" e poi anche autoaccusato di egoismo c'è il fatto di togliersi dai problemi raccontando balle quando sarebbe complicato dire la verità - per affetto o convenienza che sia , in generale.
    Ma l'intransigenza di lei è anche sospetta. Molto sospetta. Gli integralisti della verità difficile che stiano davvero a posto con cuore /mente, e ancora più difficile che siano così sinceri come sproloquiano o magari si raccontano furiosamente di essere.

    da capire ci sono troppe cose, dinamiche che non possono esserci note: quanto e come lui abbia mentito, quanto e come lei sia intransigente o meno. sono d'accordo con te sul resto, comunque.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!