Come ci vedono gli altri: un'esperienza

  • Devo chiederti una cosa: ma prima di sapere di avere una bassa autostima tu come vivevi? Vivevi sereno? Ti sentivi bene con te stesso?
    Questo non è un difetto se tu non lo ritieni tale.
    Non devi convincerti di aggiustare qualcosa di te solo perchè gli altri ti hanno fatto notare questa cosa.
    Solo tu puoi capire se questa cosa ti ha sempre creato disagio o se sono stati gli altri a crearti questo problema.
    Se a te stava bene com'eri, come vivevi prima, allora perchè farti influenzare da quello che ti hanno detto gli altri?
    A me per esempio è capitato che un mio amico mi ha fatto notare il fatto che io a volte sembro snob agli altri, ma io non mi sono fatta un problema di questo, e gli ho spiegato il motivo che ci sta sotto.
    Quindi, io ti dico, prima di tutto capisci se il problema ce l'hai veramente o se te l'hanno creato gli altri.
    Poi è compito di un terapeuta aiutarti a superare un disagio, tse hai un vero disagio, u da solo non puoi fare questo.

    Ho visto il sole, ho creduto di vedere una luce immensa...era una grossa lampadina sopra il tavolo operatorio.

  • E' capitato anche a me. Parlare con persone e notarle ammirate per qualcosa che avevo fatto, o convinte che avessi successo in un determinato campo, mentre io mi sentivo tutto fuorché di successo. Credo che un po' sia perché le persone vedono certe nostre caratteristiche (o risultati) dal di fuori, senza essere a conoscenza del travaglio interiore verso noi stessi, o delle mille porte in faccia prese prima di raggiungere quel risultato. Perciò a loro sembrerà chissà cosa, mentre noi saremo ancora lì a leccarci le ferite!
    Io credo, come molte persone, di sopravvalutarmi in certi casi e sottovalutarmi in altri: anni fa forse mi sopravvalutavo, poi sono entrata in una fase in cui ho iniziato a pensare di essere stata stupida nel ritenermi piena di qualità speciali. Forse la verità sta semplicemente nel mezzo, e questo vale per tanti di noi.

  • Devo chiederti una cosa: ma prima di sapere di avere una bassa autostima tu come vivevi? Vivevi sereno? Ti sentivi bene con te stesso?

    NO ad entrambe le domande.
    Mi considero uno stupido perché mi impegno al massimo in ogni cosa che faccio, ma i risultati sono spesso inferiori alle attese altrui. Adesso io so che è colpa di una combinazione di ansia (che mi affattica molto) e bassa autostima, ma prima mi consideravo inferiore agli altri.
    La mia non era vera serenità, ma la convinzione radicata di non poter fare più di così: questo era una lama a triplo taglio

    • Ero sempre molto stanco, perché usavo tutte le mie energie
    • Quando i risultati erano inferiori alle attese, nonostante l'impegno, ricevevo una conferma del mio scarso valore.
    • Ero invidioso di molte persone che - ai miei occhi - ottenevano migliori risultati di me con molta meno fatica
  • Le aspettative degli altri, quello che gli altri riescono a fare e tu no, mi sembra che tu metti te stesso a confronto con quello che gli altri si aspettano da te.
    Ma sei tu che vuoi alcune cose da te o semplicemente pensi che gli altri si aspettino qualcosa da te?
    Quando si dà troppa importanza agli altri c'è il rischio di fare le cose solo per soddisfare gli altri e non noi stessi.
    Non fare mai questo sbaglio.
    Tu continui a dire che gli altri si aspettano qualcosa da te, che tu invidi gli altri, che ti senti inferiore, ma conosci davvero queste altre persone a cui ti riferisci?
    Sai, posso dirti che dal di fuori certe vite sembrano perfette ma se ti avvicini perfette non sono e quindi forse quelle persone che tu ritieni abbiano tutto questo successo con meno fatica poi non sai dietro come stanno.
    Tu parli di "ATTESE", ma chi si attende qualcosa da te? chi?
    Hai un giudice esterno che ti dice cosa fai bene e cosa fai male? o hai un giudice interno che ti castra in questo modo?
    Ognuno di noi possiede certe capacità e non possiede altre capacità. quindi magari tu sei bravo in alcune cose e non in altre.
    Così come quelle persone magari sono brave in qualcosa ma in altro sono una schiappa.
    Forse tu non hai trovato ancora un settore dove poter scoprire le tue vere capacità o qualità.
    Forse non hai ancora avuto modo di esprimere il meglio di te.
    Ma se continui a stare a sentire quello che gli altri dicono di te allora non ti dai nemmeno il tempo.
    Sei troppo concentrato su quello che gli altri vogliono da te. Ma tu cosa vuoi?

    Ho visto il sole, ho creduto di vedere una luce immensa...era una grossa lampadina sopra il tavolo operatorio.

  • Ognuno di noi possiede certe capacità e non possiede altre capacità. quindi magari tu sei bravo in alcune cose e non in altre.
    Così come quelle persone magari sono brave in qualcosa ma in altro sono una schiappa.
    Forse tu non hai trovato ancora un settore dove poter scoprire le tue vere capacità o qualità.
    Forse non hai ancora avuto modo di esprimere il meglio di te.
    Ma se continui a stare a sentire quello che gli altri dicono di te allora non ti dai nemmeno il tempo.
    Sei troppo concentrato su quello che gli altri vogliono da te. Ma tu cosa vuoi?

    perfettamente d'accordo.

    Siamo in tanti ad essere speciali (ammesso che essere speciale poi conti qualcosa) ma solo pochi si accorgono di esserlo e decidono di esprimere appieno le proprie capacita' indipendentemente dal giudizio sociale (che poi sta piu' che altro nella nostra testa). Ci vuole una certa dose di coraggio...

  • Quote

    Ma sei tu che vuoi alcune cose da te o semplicemente pensi che gli altri si aspettino qualcosa da te?

    Penso che gli altri si aspettino qualcosa da me. In generale, quando i capi o i famigliari mi assegnano dei compiti, si aspettano che sia fatto bene; spesso vengo ripreso per la disattenzione/distrazione o per il fatto di non aver capito bene il compito. Quando ciò accade, mi sento in colpa e mi ripeto che è colpa mia e della mia distrazione. Credo che questa mia affermazione risponda anche alla questione del giudice interno.
    Sinceramente, non ho ancora scoperto le mie capacità, ammesso di averne almeno una.
    Cosa voglio io? Vorrei essere più sereno, ma è un concetto ancora molto vago....

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!