tensione in famiglia

  • Ciao Inquieta.

    Non sentirti responsabile per questa situazione. Capisco bene che stai cercando di preservare un minimo di armonia familiare, ma non e' compito tuo.
    E' lodevole quanto stai facendo, ma hai il diritto ad una tua vita serena vicino al tuo fidanzato.
    Credo di sapere perche' fai questo : perche' vuoi molto bene a tua mamma e stai cercando di proteggerla, ma in questo modo anche tu vieni coinvolta troppo in questa situazione.

    Deve essere tuo padre che si occupa di piu' di sua madre e non la tua mamma. Una soluzione molto pragmatica e non eccessivamente costosa e' quella di affiancarle, almeno per alcune ore al giorno una badante, in modo da far respirare la tua mamma e levare la pressione su di te. E va coinvolto anche l'altro figlio di tua nonna, e' anche sua madre. Se non puo' farlo lui, che contribuisca economicamente al pagamento della badante ad ore.

    E' ingiusto che ricada tutto sulle spalle della tua mamma e di riflesso sulle tue. Tuo padre e suo fratello si devono assumere le loro responsabilita'.

  • Scusate il ritardo con cui rispondo ma negli ultimi giorni ho avuto poco tempo per vari motivi, comunque devo dire che ho letto le vostre risposte con piacere perchè mi hanno dato un po' di sollievo..
    Quando ho scritto su questo forum mi ero già preparata psicologicamente a essere giudicata male, mi immaginavo commenti tipo "sei un'egoista, pensi solo ai tuoi interessi e chiuderesti una povera vecchietta in un ospizio solo per i tuoi comodi, ecc.." insomma, tutte le volte che ho fatto questi pensieri mi sono sentita in colpa e quindi mi aspettavo una serie di commenti negativi, invece devo dire che sono rimasta piacevolmente stupita da quello che avete scritto, mi sono sentita "capita" e sostenuta, quindi grazie davvero dei vostri consigli e della vostra vicinanza "virtuale" :)

    Per alcune cose forse sono stata fraintesa o semplicemente mi sono spiegata male, perchè mio padre in realtà partecipa molto all'assistenza di mia nonna, il fatto è che lavora fuori casa (mia madre invece è casalinga) ma quando c'è fa tutto il possibile per alleggerire mia madre, per carità, fa il suo dovere di figlio, ma non è così scontato, anzi, basta vedere l'esempio di mio zio e di tanti altri che davvero non fanno nulla.

    A quelli che mi hanno fatto -giustamente- notare che non è compito mio preservare l'armonia familiare e farmi carico di tutti i problemi cercando di risolverli rispondo che è vero, avete pienamente ragione e mi piace sentirmelo dire, mi fa sentire più "libera", allo stesso tempo però non riesco a non sentire tutto il peso di questi problemi, non riesco a fare finta di niente e fare la mia vita fregandomene di tutti, non sono così, sarò sbagliata io non so, quello che so di sicuro è che può essere un handicap non da poco.

    Oltretutto ultimamente faccio anche dei pensieri strambi (cosa che mi è riuscita sempre bene devo dire, ma negli ultimi tempi ancora meglio), mi spiego: ogni tanto mi viene in mente che quando non ci sarà più mia nonna potrei morire anche io, così, all'improvviso, con il rimpianto di non aver realizzato tante cose, oppure mi preoccupo per i miei, perchè li vedo stressati e stanchi, e ho paura che possa succedere qualcosa di brutto a loro, che ne so, un malore in piena notte è una delle cose che mi spaventa di più e a volte mi tiene persino sveglia, e poi anche che ho paura di iniziare una vita con il mio fidanzato e ritrovarmi fra 20 anni alle prese con i problemi che adesso hanno i miei (anche se loro, nonostante tutto, si amano ancora per fortuna) mah, diciamo che il futuro mi spaventa, questo è sicuro.

  • Il futuro spaventa tutti, perchè è imprevedibile.
    Nessuno può sapere cosa accadrà a te, ai tuoi genitori, a tua nonna.
    Quel che puoi fare è assicurarti un presente decente per te ed i tuoi genitori, e prepararti un pò anche per quello che verrà, senza però entrare in paranoia.
    Io continuo a dire che, aiutati anche da tuo zio, un ricovero presso una struttura apposita sarebbe la soluzione migliore PER TUTTI. E mi rifiuto di pensare che sia una cosa deplorevole o insensibile. Sarebbe in un posto con altre persone anziane con cui avere anche un rapporto.. chiaccherare etc. Sarebbe controllata ad ogni ora senza che i tuoi genitori debbano rinunciare a vivere o sia addirittura tu quella che non vive la sua vita per una persona a cui vuoi bene per carità..ma che non può permettersi di rovinare la vita ad altre tre.
    Per niente, mi viene da dire.
    Odio il martirio inutile: è una cosa che non sopporto. Questa cosa tutta italiana che, per dimostrare amore e devozione, uno debba rinunciare a se stesso per il bene vero o presunto di un altro. Scusatemi ma è un'emerita idiozia.
    Lato economico? Ci si aiuta. Ci sono strutture convenzionate che fanno sconti anche sostanziali per persone che non se lo possono permettere. Tuo zio DEVE contribuire..insomma, una soluzione la si trova.
    Lato emozionale, affettivo? Sinceramente non ci vedo nulla di male, ripeto, nel mettere una persona in una situazione in cui oggettivamente starà meglio lei e staranno meglio anche gli altri.
    Lato "preoccupante"? Le case di riposo negli ultimi 10 anni hanno avuto un balzo qualitativo mica da ridere. Negli ultimi mesi ho lavorato presso una struttura dove gli operatori davano l'anima per quelli che chiamavano "Ospiti", con grande rispetto ed umanità. Ovviamente bisogna stare attenti, ma anche mia nonna da quando sta in casa di riposo s'è trasformata.. da vecchia iena è diventata semplicemente vecchia..e più umana.
    Quindi? Parlatene in casa, l'idea che una coppia non possa vivere serena nemmeno dopo la pensione mi fa rabbrividire, e ripeto: tutto per una cosa che si può benissimo risolvere.
    E tu?
    Passiamo a te.
    Sei molto tenera e dolce a preoccuparti per loro e per lei, ma ti direi che forse è venuto il momento di pensare a te.
    Cosa offri al tuo compagno?
    Che futuro offri alla vostra coppia?
    Uno in cui lui verrà sempre dopo i tuoi o tua nonna?
    In cui non vi occuperete dei vostri bisogni e dei vostri problemi, per poter stare dietro a loro?
    Ti sembra una cosa giusta costruire un rapporto e magari, una famiglia, in questo modo?
    Staccati da questa situazione.
    Fallo per il tuo futuro.

    L'uomo si differenzia dal resto della natura soprattutto per una viscida gelatina di menzogne che lo avvolge e lo protegge.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!