Salvare il pianeta dipende soprattutto da cosa mangiamo: per questo sono passata al VEGAN.

  • Sono nato
    umano, ma non l’ho scelto io. E se invece fossi nato mucca, o maiale, o
    gallina, o vitello? Non l’avrei scelto io.


    Non possiamo
    scegliere cosa essere, ma possiamo scegliere CHI essere.


    Sono nato
    umano, e non mi ritengo superiore agli animali perché so usare la ragione: la
    ragione non è sempre sinonimo di giustizia, rispetto, libertà.


    Sono nato
    umano, e non voglio uccidere gli animali perché sono più deboli di me. Anche io
    sono spesso debole, ho le mie paure, le mie sofferenze…ma non per questo merito
    di essere ucciso.


    Sono nato
    umano, e voglio essere umano per poter difendere chi non può difendersi da solo.


    Perché la
    bistecca sulla mia tavola non è una bistecca: era un animale, con due occhi per
    guardare un mondo del quale si fidava, ed un cuore che batteva proprio come il
    mio. Non poteva parlare, ma solo perché la natura non gliel’ha concesso, però
    poteva soffrire, gioire, aver bisogno dell’affetto di una mamma, di un posto
    caldo per dormire, di un po’ di cibo per mangiare.


    Io ho scelto
    di non mangiare altri esseri viventi, ma soprattutto ho scelto di non
    contribuire alle loro sofferenze, ai loro dissanguamenti, alla loro
    macellazione. Perché è facile dire: “Io amo gli animali”, quando si finge di
    non vedere e non sapere cosa viene fatto loro. Se ti chiedessero di uccidere un
    vitello per potertelo mangiare, tu lo faresti? Ti piacerebbe veder scorrere il
    suo sangue nelle tue mani?


    A me no.


    Io non sono
    un assassino, e lo dimostro con i fatti. Ogni giorno migliaia di animali
    vengono uccisi anche per colpa mia. Io non voglio. Io scelgo di non mangiarli.


    Studi scientifici
    dimostrano che la carne, il latte e le uova non sono indispensabili, ma che
    anzi, i carnivori si ammalano anche di più dei vegetariani.


    Non si è mai
    visto, in natura, un animale che beve il latte di un altro animale: la mamma
    provvede ad allattarli da piccoli, ma poi non ne bevono più, e crescono
    comunque forti. Ebbene, noi che siamo umani, che abbiamo a disposizione una
    enorme varietà di cibo, come possiamo ritenere che il latte sia utile? Solo il
    latte materno è utile, ma dopo la crescita non è più necessario.


    Il dottor
    Umberto Veronesi, famosissimo per i suoi programmi in tv, è un vegetariano
    convinto: egli afferma che un’alimentazione
    vegetariana corretta ed equilibrata, può benissimo sostituire un’alimentazione
    a base di carne e derivati. Anzi, ritiene addirittura che il consumo di carne
    aumenti il rischio di tumori.


    Mangiare gli
    animali non fa male soltanto a noi e a loro, ma anche alle foreste: per
    allevare gli animali, vengono disboscati ettari ed ettari di foreste,
    danneggiando così anche l’ambiente. Produrre carne comporta un consumo enorme di acqua, di terre, di cibo, di risorse. E poi miliardi di persone muoiono di fame perchè noi possiamo avere tutto e loro no. L'effetto serra è provocato più dal consumo di carne, che da tutto il resto, poichè ci sono i costi di trasporto, l'inquinamento dei camion, l'acqua, le attrezzature eccetera. L'uomo non è onnivoro, l'uomo sceglie di esserlo, proprio perchè ha un cervello. Mangiare vegetali non vuol dire andare contro natura, vuol dire imparare ad amare il mondo e ad avere cura anche di chi soffre e muore di fame per i nostri sporchi sprechi. Io non mangio animali perchè preferisco che i bambini del terzo mondo abbiano un pò di acqua in più, almeno per quel minimo che io posso fare! Questo vuol dire amare il pianeta!


    Ma veniamo
    al dato più crudele: gli animali da allevamento patiscono sofferenze atroci
    anche solo per produrre uova o latte che, apparentemente, sembrano cose “naturali”.
    Per produrre uova, migliaia di pulcini maschi vengono tritati vivi, per
    produrre il latte, le mucche vengono inseminate artificialmente per dare alla
    luce tanti, troppi vitelli che poi vengono macellati o sfruttati fino al
    limite. I maiali vivono in gabbie poco più grandi del loro corpo, vengono
    picchiati, frustati, presi a calci, sono costretti a vivere una maternità
    dolorosa e, a causa dei numerosi parti, le scrofe hanno tumori all’utero o alle
    mammelle, per non parlare di quanto soffrano nel vedere i loro piccoli morenti
    di fronte a loro e non poter fare nulla per salvarli, perché sbarre di ferro li
    separano. Gli animali diventano nevrotici, stressati, mordono le gabbie invano,
    si agitano, muoiono per il dolore.


    E tante
    bocche tacciono, tanti occhi fingono di non vedere.


    Io non sono
    come gli altri, io non taccio, e voglio vedere, urlare, dire al mondo che io
    voglio aiutare gli animali ad avere una vita decente, a sognare un futuro che
    non sia il macello, a dare un posto al sicuro per i piccoli. Una mamma è sempre
    una mamma, animale o umana che sia, e solo una mamma sa quanto dolore si prova
    nel veder morire o soffrire i propri piccoli.


    Voi mangereste
    il vostro cane o il vostro gatto? No, però un maiale, un pollo, una mucca si! Ma
    chi vi ha detto che loro non abbiano sentimenti? La natura non li ha resi carne
    da macello, siamo noi che lo abbiamo deciso. Noi possiamo fermare questo
    massacro. e possiamo farlo liberandoci dalle convenzioni, dai luoghi comuni,
    dalle false raccomandazioni mediche. Il nostro corpo NON ha bisogno di carne,
    ma di proteine, carboidrati, grassi, minerali, zuccheri vitamine… e tutto
    questo, lo si può trovare in miliardi di varietà di cibi. Non è difficile, né impossibile.



    Vegan non è
    uno stile alimentare, è una scelta di vita, è la scelta di salvare il pianeta. E a chi ride di questo io dico solo una cosa: un giorno in questo mondo vivranno i vostri figli!

  • Io personalmente sono onnivoro, e intendo rimanere tale per mio puro piacere. So perfettamente che la carne che mangio un giorno viveva, respirava, beveva, mangiava e dormiva, che aveva dei sentimenti ... ma c'è forse qualcosa di sbagliato nel mangiarla? Noi siamo umani, e sembra (uso questo verbo perché talvolta l'animale ci batte 10 a 1, il leone ammazza la gazzella per sfamarsi, non per prendere il suo territorio, per una stupida guerra o altre stupidità) che siamo più intelligenti degli animali, quindi noi, per questo, dovremmo smettere di mangiare animali? Se lo fanno tra di loro, che con la loro poca intelligenza simboleggiano indiscutibilmente il progetto di Madre Natura (e chi può negarlo), perché non dobbiamo farlo anche noi? Il più forte domina sul più debole, è una legge di natura che si ripete da milioni di anni (anche nella nostra società c'è questa legge, basta pensare all'impiegato zerbino e al datore di lavoro bastardo), non vi è nulla di sbagliato in questo. Semmai c'è il modo in cui lo si fa, su questo sono d'accordo: d'accordo che è una legge di natura, ma visto che abbiamo più sale in zucca, facciamo in modo di evitargli del dolore inutile (siamo superiori? Dimostriamolo).

    I vegani però devono anche capire che la loro scelta non è tutta rosa e fiori:
    1- In primis, c'è una vitamina (fondamentale) che non si trova in nessuna verdura, dovrebbe essere o la B13 o la C13, non ricordo (comunque esistono integratori a questo scopo, quindi adesso questo problema non si pone (anche se mi domando da dove la estraggono, visto che la si ottiene esclusivamente dalla carne e dal pesce)).
    2- Non riesco a capire perché non accettare nulla dal mondo animale: la carne posso capire, ma il miele e il latte? La mucca (un'animale nata dalla nostra mano, non esisteva inizialmente in natura) Carolina, se non viene munta una volta al giorno, sta malissimo (mio padre lavora nel settore, e ne ho viste alcune che muggivano di dolore): e siccome sprecare una simile sostanza sarebbe un atto immaturo (e economicamente sbagliato), bisogna pure berlo.
    3- Quest'ultimo è un argomento spinoso, dato che se ne sa veramente troppo poco: vero che gli animali soffrono, ma i vegetali? Solo perché non si muovono quando gli strappiamo i frutti o gli tagliamo i gambi, non vuol per forza dire che non soffrono; magari hanno pure loro un cervello, chi lo sa (su questo ultimo punto, per essere veramente coerenti, bisognerebbe mangiare esclusivamente quelle piante che creano cibarie e la rilasciano autonomamente nell'ambiente (gli alberi da frutto ad esempio, anche se non le taglio, le mele prima o poi cascano giù dal melo), ma dopo verrebbero a mancare sostanze fondamentali, e quindi siamo al punto di prima).

    Sai perché adoro le ferite alle spalle? Uno: Fanno malissimo Due :Ti fanno morire dissanguato in poche decine di secondi Tre: Fanno malissimo ... E Quattro: Sono facili da medicare.

  • Quindi il fatto che Veronesi (il dr Spot :D ) faccia una cosa costituisce un buon motivo per farla altrettanto? :D


    Io credo che essere "vegan" sia una moda , un capriccio di questa modernità. I vegan si dichiarono amanti degli animali perchè non mangiano carne, ma magari li vedi tenere animali domestici in condizioni assolutamente discutibile (tipo il cane il 50 metri quadri di appartamento, che qualità di vita che fa quella bestiola! ) .
    L'uomo è per natura onnivoro, quindi si ciba anche di carne. L'uomo è un animale come gli altri, quindi "caccia" . Il consumo "smodato" di carne di questa società è sbagliato per motivi sanitari oltre che conrrispondere a sfrenato consumismo, ma il consumo di carne in sè e dei derivati NON è sbagliato.

    Quote

    Sono nato

    umano, e non mi ritengo superiore agli animali perché so usare la ragione: la

    ragione non è sempre sinonimo di giustizia, rispetto, libertà

    Un animale non conosce il "senso di giustizia, libertà, eguaglianza" , in natura un animale domina su un altro. Il più forte vince. E' stato sempre così. Abusare della natura come fa l'uomo è sbagliato, ma sostenere un discorso del genere è altrettanto sbagliato a mio parere. Non esiste una condizione di "eguaglianza" in natura. Un animale non si farebbe tutti questi scrupoli a cibarsi di un uomo :D

    Quote

    Non si è mai

    visto, in natura, un animale che beve il latte di un altro animale

    Un animale che si ciba di un altro animale si. Basandoci su quello che si vede in natura potremmo essere addirittura cannibali in fondo :D

  • Un animale che si ciba di un altro animale si. Basandoci su quello che si vede in natura potremmo essere addirittura cannibali in fondo :D

    Non vorrei contraddirti, ma una cosa pecca: vero che gli animali mangiano altri animali, ma non della stessa razza, che io sappia: Il leone non mangia il leone, il tonno non viene mangiato dal tonno, l'aquila non sfiora neanche gli aquilotti per mangiarseli. Ci sono milioni di razze, mentre gli umani sono solo una singola razza (anche se cambia il colore della pelle, è un fatto assolutamente irrilevante; respiriamo allo stesso modo, abbiamo la stessa frequenza di battito cardiaco, vediamo multicolor tutti quanti ); la gazzella e il ghepardo non sono differenti solo nel colore del pelo e nella corna; uno corre ai 35 km/h, l'altro a quasi 110 km/h), credo che sia quindi errato questo ragionamento.

    Inoltre, noi possiamo essere onnivori, ma il nostro stomaco è predisposto per le verdure, facciamo più fatica ad assimilare la carne; siamo onnivori incompleti per scelta e per l'evoluzione, non per nascita naturale.

    Sai perché adoro le ferite alle spalle? Uno: Fanno malissimo Due :Ti fanno morire dissanguato in poche decine di secondi Tre: Fanno malissimo ... E Quattro: Sono facili da medicare.

  • Ciao e grazie per la risposta! So che non condividi le mie scelte, ma mi ha fatto molto piacere che tu sia intervenuto, è bello confrontarsi. Guarda, prima di diventare vegana, mi sono informata tantissimo, perchè ovviamente anche io all'inizio credevo che il latte e le uova potevano essere mangiate senza alcun problema perchè tanto non portano l'animale a soffrire. E invece purtroppo è così. Per produrre uova, gli allevatori tritano vivi migliaia di pulcini maschi al giorno, le galline vengono maltrattate, tenute perennemente al buio, le viene tagliato il becco e vivono in spazi minuscoli. Il latte, poi, è verissimo che ci sono quei bravi mungitori che rispettano gli animali, però è anche vero che al giorno d'oggi non è facile trovarli, e poi sono in minoranza, visto che nel mondo siamo in tanti, la gente è avida di consumare, e c'è una richiesta sempre maggiore di cibo. Di conseguenza le mucche vengono inseminate, partoriscono di continuo e i vitellini hanno un solo destino: quello di essere macellati. Inoltre, come scrivevo già prima, gli animali non bevono latte, lo fanno solo da cuccioli. Perchè allora noi dobbiamo andare contro natura? è dimostrato che il latte non serve, serve solo quello materno, e nella prima infanzia, poi basta, anche perchè contiene colesterolo e sottrae proteine all'osso, inoltre chi beve latte è più affetto da osteoporosi, anche se sembra assurdo! Per non parlare dei danni che provochiamo all'ambiente! Tutti i camion, gli aerei, le macchine messe insieme, non producono lo stesso inquinamento che produce un allevamento di animali, che lo supera del ben 40%!! Servono camion per trasportare gli animali, acqua per produrre carne: se lasciassimo la doccia aperta 24h al giorno per un anno intero, non riusciremmo comunque a sprecarne tanta quanta ne viene sprecata per produrre carne o latte vaccino. E questa è una cosa orribile, perchè stiamo sfruttando il nostro pianeta!! Anche le foreste degenerano perchè vengono usate per i pascoli, c'è un grande "spreco" di cibo e di terre per allevare animali che nascono solo ad opera nostra e che, infatti, non nascono da soli in natura, e di conseguenza sono più del dovuto, più di quanti la natura ne produrrebbe. Gli animali sono costretti a maternità dolorosissime per far nascere i piccoli, e ci sono video atroci che lo dimostrano, vi posto alcuni link... Io non voglio criticare gli onnivori, ma essere vegani è un modo per salvare il mondo, non solo una sensibilità verso gli animali.. Le risorse sulla terra non sono finite.... ;(

    Allevamento e macellazione di bovini in Italia | Video Animalisti

    http://www.youtube.com/watch?v…Y&feature=player_embedded (PARTE 1)

    http://www.youtube.com/watch?v=HbJxK5Um6pw&feature=related (PARTE 2)

  • Craniata...si certo, ero ironica :D. In teoria ci sono animali che si mangiano tra loro in alcune condizioni.

    Condizioni disperate, ma ci sono casi di cannibalismo umano in casi estremi (basti pensare a quell'areo caduto in mezzo alle Ande; i passeggeri, per sopravvivere, si son dovuto cibare dei cadaveri di quelli che non c'è l'avevano fatta ^^. La disperazione fa fare anche cose contro natura, quindi meglio non metterla in mezzo ^^.

    Sai perché adoro le ferite alle spalle? Uno: Fanno malissimo Due :Ti fanno morire dissanguato in poche decine di secondi Tre: Fanno malissimo ... E Quattro: Sono facili da medicare.

  • Ragazzi, il mio discorso era chiaro: noi abbiamo la facoltà di ragionare, gli animali no!! Loro si nutrono di altri animali per ISTINTO, loro feriscono per istinto, e come dite voi non hanno il senso della giustizia!! Ma NOI SI!!! e comunque io rispetto le opinioni di tutti, ma dire che il vegan è una moda, è una frase da bambinetti superficiali, perchè se per voi avere cura del proprio pianeta è una moda, allora sono fiera di appartenere ed essere schiava di questa moda!! La gente si tappa gli occhi, siamo solo avidi di cibo e per colpa nostra i bambini del terzo mondo muoiono di fame! non siate così superflui, per favore...se non condividete okay, ma non dite cose illogiche.

  • Ah scusate non ho risposto alla vostra domanda sulle piante: visto che discutiamo in termini scientifici, ragioniamo da persone "scientifiche" ed intelligenti. le piante non hanno un sistema nervoso, e quindi non soffrono (almeno non materialmente). Poi a cosa vi importa delle piante, se tanto non vi interessa nemmeno degli animali che, invece, urlano e si lamentano? é facile mettere alla prova i vegani con queste domandine-tranello, ma io, nel mio piccolo, preferisco essere imperfetta e compiere l'"errore" di cibarmi delle piante rischiando di cadere in leggera contraddizione, piuttosto che essere insensibile e fregarmene della sensibilità degli animali, del mondo e delle altre persone. Almeno io, nel mio piccolo, cerco di fare qualcosa, di impegnarmi, perchè voglio che questo mondo sia migliore, e se questo è un modo per renderlo migliore (e lo è, perchè almeno io mi informo), allora ben venga.. Di certo mangiare una pianta non comporta la deforestazione che invece è inevitabile per allevare mandrie di animali, mangiare una pianta non porta ad uno spreco enorme di acqua, e soprattutto mangiare una pianta non vuol dire sgozzare un maiale vivo ed ancora cosciente (quando gli va male, perchè se gli va "bene" lo stordiscono prima con calci e shock elettrici alla testa). Questo discorso l'ho fatto per sensibilizzare la gente, ma a quanto pare non siamo tutti sensibili al bene del pianeta. Con questo non voglio incolparvi, per carità, anche i miei genitori mangiano carne, però almeno non scherzate su cose reali e crudeli.

  • Quote

    Di certo mangiare una pianta non comporta la deforestazione che invece è
    inevitabile per allevare mandrie di animali, mangiare una pianta non
    porta ad uno spreco enorme di acqua, e soprattutto mangiare una pianta
    non vuol dire sgozzare un maiale vivo ed ancora cosciente (quando gli va
    male, perchè se gli va "bene" lo stordiscono prima con calci e shock
    elettrici alla testa)

    Beh insomma...l'agricoltura moderna è piena di mezzi non proprio innocui per la tua salute e per quella del pianeta, come pesticidi ecc.
    Quindi o sei radicale e rinunci completamente al modo di vivere occidentale, facendoti il tuo orticello e il tuo pollaio con le galline che non ha mai fatto male a nessuno o questo discorso non è per niente coerente.
    Personalmente sono per la promozione dei prodotti ottenuti con la lavorazione "di una volta" , sono cresciuta in un piccolo paese e so cosa vuol dire "agricoltura biologica" (e non è certo quella che si trova nei supermercati) e allevamento del bestiame in modo "biologico" . Non ci trovo nulla di sbagliato in tutto questo.
    Mi rendo conto che su larga scala è difficile e costoso. Nel nostro piccolo quello che possiamo fare, secondo me, è ridurre gli sprechi, boicottare i MacDonalds, favorire un'alimentazione più genuina, meno "industriale" . Ma dire "no" alla carne e ai derivati a priori non ha nessun senso secondo me.
    Boicottare il latte? E' un alimento fondamentale non solo nella fase di crescita di un individuo..è sempre stato una colonna portante della nostra alimentazione. Senza latte dovremmo rinunciare a gran parte degli alimenti. Secondo te come la prenderebbe un pasticciere? un allevatore? Anche lui ha famiglia da mantenere , non solo la povera mucca.
    La nutella non verrebbe più prodotta senza latte :D , addio cioccolato, addio gelato ecc ecc.

    I vegan e gli animalisti sono pieni di contraddizioni, e non è certo con le loro prese di posizione che salveranno il pianeta o i bambini che muoiono di fame.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. Qualcuno è riuscito a seguire una dieta con successo? 9

      • Hello83
    2. Replies
      9
      Views
      587
      9
    3. lifeis2strange

    1. Cibo per piacere o per piacersi? 23

      • ipposam
    2. Replies
      23
      Views
      720
      23
    3. bruce0wayne

    1. Snack come premio o consolazione 10

      • Oblomovista
    2. Replies
      10
      Views
      341
      10
    3. NakedInThedark

    1. L'effetto rasserenante del caffè 6

      • ipposam
    2. Replies
      6
      Views
      295
      6
    3. tici2

    1. Non riesco a perdere peso 20

      • Hello83
    2. Replies
      20
      Views
      1k
      20
    3. Kwyjibo

    1. Quando non mangio "schifezze" perdo la testa completamente 33

      • lifeis2strange
    2. Replies
      33
      Views
      1.4k
      33
    3. lifeis2strange